Ecco 14 consigli utili per tagliare i costi di un’attività di ristorazione

 

Quando un imprenditore sceglie di aprire un’attività ristorativa, che si tratti di un ristorante, di un bar/enoteca o di una pasticceria, è importante che ottimizzi le risorse economiche a disposizione.

Ecco alcuni utili consigli utili per tagliare i costi nella ristorazione:

 

  1. Controllare le scorte di magazzino per evitare di avere in giacenza prodotti non venduti in scadenza.
  2. Controllare le offerte e gli sconti dei supermercati, per poi confrontarle con quelle dei tuoi fornitori.
  3. Scegliere prodotti stagionali a km zero, che non hanno subito un rincaro dovuto ai costi del trasporto.
  4. Identificare gli alimenti più richiesti dai tuoi clienti e richiedere degli sconti ai nostri fornitori.
  5. Nominare con precisione gli alimenti sulle schede tecniche (esempio: manzo macinato anziché carne macinata), per evitare errori in fase di acquisto.
  6. Verificare le rimanenze sui piatti serviti ai clienti: se vengono registrati molti sprechi, è consigliabile ridurre le porzioni.
  7. Richiedere un compenso ai dipendenti che consumano i pasti al ristorante, per tenere sotto controllo le uscite e le scorte; controllare che nel ristorante non avvengano furti.
  8. Utilizzare dei porzionatori per standardizzare le porzioni ed i costi.
  9. Non lasciarle in funzione le friggitrici senza cibi, quindi, non appena si termina di friggere, è opportuno abbassare la fiamma. L’olio da utilizzare in frittura sarebbe ottimo se miscelato con altri oli in quanto questa unione lo rende meccanicamente più resistente.
  10. Non introdurre cibi caldi nel frigorifero e non riempire esageratamente le celle frigorifere, altrimenti il cibo impiega più tempo a raffreddarsi e avviene un maggiore consumo di energia.
  11. Etichettare le confezioni i cibi preparati con colori diversi in base al giorno (ad esempio, utilizzare le etichette gialle il lunedì, le etichette arancioni il martedì).
  12. Verificare che il peso degli alimenti ricevuti e le temperature dei cibi refrigerati corrisponda a quanto ordinato.
  13. Evitare che i dipendenti portino a casa gli scarti del ristorante, per evitare che gli stessi creino appositamente degli scarti.
  14. Tutti gli acquisti vanno attentamente monitorati. È consigliabile instaurare dei rapporti buoni e continuativi con pochi fornitori di fiducia per ottenere dei prezzi di favore e per migliorare il controllo sui fornitori stessi.
Come tagliare i costi di un’attività di ristorazione ultima modifica: 2016-04-13T17:59:14+00:00 da Agenzia Formativa Dante Alighieri

Pin It on Pinterest

Share This

Utilizzando il sito o proseguendo con la navigazione accetti l'utilizzo della nostra cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi